The wall - eating the border


















PROJECT /
The Wall – eating the border è un rito iniziatico che accompagna il visitatore nello svelamento dello spazio attraverso la realizzazione di un confine commestibile e della cannibalizzazione dell'opera stessa. Forme viventi nasceranno da spore biancastre inebriando l'ambiente in attesa del momento in cui si trasformeranno in occasione di dialogo, in momento di relazione. Perderanno così l' importanza di opera fnale facendo prendere il sopravvento alla scoperta dell'altro, all'incontro, alla convivialità rappresentando solo un'ulteriore limite superato, una barriera abbattuta.

Luca Mauceri documenta attraverso la realizzazione video la vita, lo sviluppo e la senescenza di una parete creata da blocchi di substrato per la crescita di funghi. Un'installazione viva, che interagisce con lo spazio e con il tempo, che si completa attraverso la sua demolizione e la sua trasformazione in ingrediente principale di un convivio realizzato a numero chiuso presso gli spazi della galleria stessa. 

Nessun commento:

Posta un commento