F.F.O.L. / SHISHI ODOSHI

   

SHISHI ODOSHI, Luca Mauceri - Jacopo Rachlik, 2016.
 Installazione site-specific, dimensioni ambientali.

Shishi Odoshi è il termine giapponese per indicare una serie di dispositivi
 primitivi per spaventare gli animali. In occidente questo termine è associato alla
 fontana realizzata in canne di bambù comunemente chiamata fontana giapponese. 
Infatti lo sbilanciamento delle canne dovuto allo scorrere dell'acqua al loro 
interno aziona un movimento che genera un suono netto.
Se nell'opera di Luca Mauceri e Jacopo Rachlik, la fontana giapponese e il lento
 gocciolare dell'acqua creano un equilibrio dedicato alla contemplazione, lo 
sbilanciamento della fontana invece innesca una serie di conseguenze: l'acqua 
cadendo su di un braciere ardente viene istantaneamente vaporizzata e il vapore 
salendo in aria viene scolpito da un fascio di luce. L'immagine proiettata sul 
vapore è labile, infatti pur essendo chiaramente decifrabile, la completezza della 
sua lettura è affidata al caso, la nube formandosi e dissolvendosi caoticamente 
forma uno schermo temporaneo e inaffidabile.
L'unità del ciclo prende corpo nell'immagine di una figura in meditazione, una 
trasformazione interiore raggiunta nell'espansione del punto di vista, fermo 
osservatore del movimento.




Nessun commento:

Posta un commento